Ricerca

Montenegro

Patrimonio storico ed artistico assolutamente straordinario e protetto dall’unesco in una natura bella e rigogliosa.
La costa montenegrina, lunga 300 km, si estende tra il confine con la Croazia, all’entrata del golfo delle Bocche di Cattaro, fino a quello con l’Albania, rappresentato dal fiume Bojana, che collega l’Adriatico con il lago di Scutari.

Perchè visitare il Montenegro?

Il Montenegro è uno dei piu’ bei tratti della costa adriatica che dà le  spalle ai Balcani, conta c.a 117 spiagge, molte di sassolini altre di fine sabbia dorata, con acqua turchese. Numerosi promontori, baie, isolette e la piu’ profonda insenatura del Mediterraneo, il Golfo delle Bocche di Cattaro,  il fiordo piu’ a sud d’Europa.

All’interno del paese, citta’ cinte da antiche mura, chiese cattoliche ed ortodosse. La cattedrale di San Trifone, nel centro storico di Kotor ( Patrimonio Unesco), è 69 anni piu’ antica di Notre Dame di Parigi. Un mix di cultura montenegrina, serba, bosniaca, albanese e croata sopravvissute alle vicende della storia e che oggi guardano al futuro. Terra contesa da greci, romani, bizantini e turchi, veneziani ed austriaci. 

Nella parte centrale del Montenegro, si trova una depressione intorno il lago di Scutari e alla valle di Zeta, nella parte settentrionale le montagne, coperte da fitte foreste, diventano piu’ alte e sono attraversate dai fiumi che formano dei profondi canyon. Il canyon del fiume Tara è il piu’ profondo al mondo dopo il Gran Canyon degli Stati Uniti.

Il Montenegro, primo stato ecologico al mondo, punta sempre di più ad un turismo sostenibile, rispettoso dell’ambiente naturale. Presenti quattro parchi nazionali. Molti famosi botanici e geografi europei, visitando il Montenegro, trascurarono le loro missioni esplorative per scrivere entusiastici resoconti di viaggio.
Diversi i target di turisti, il Montenegro offre una varietà di servizi che va a soddisfare qualsiasi gusto ed esigenza. Famiglie, ragazzi, coppie, sportivi,  studiosi e appassionati di storia ed archeologia, amanti della natura, oltre ad avere come attrattiva i casinò: uno dei film di James Bond e’ stato ambientato in uno di questi.
Podgorica la sua capitale.

Montenegro cosa sapere

Fuso orario: nessuna differenza oraria rispetto all’Italia.
Lingue: montenegrino (appartenente al ceppo linguistico slavo-meridionale). E’ ufficiale l’uso dell’alfabeto cirillico quanto di quello latino; albanese lungo tutto il confine orientale del Paese. L'inglese è abbastanza diffuso, soprattutto tra i giovani; ugualmente l’italiano, specie nella zona costiera.
Religioni: cristiano-ortodossa 72%, musulmana 16%; è altresì presente una minoranza cattolica.
Moneta: Euro
Telefonia: non ci sono restrizioni per l'introduzione di telefoni cellulari. La ricezione è buona nei grandi e medi centri urbani e lungo le grandi strade. All'interno del Paese vi sono tuttavia ancora alcune zone non coperte. Sono presenti nel Paese tre reti di telefonia mobile, la T-Mobile, la Telenor e la M-tel che hanno accordi di roaming con le principali società italiane di telefonia mobile. 
Prefisso dall'Italia: 00382  
Prefisso per l'Italia: 0039

Patente: È riconosciuta la patente italiana.
Assicurazione: per i cittadini Italiani è sufficiente disporre della “Carta Verde” in corso di validità. Si consiglia di verificare prima della partenza che il modulo della "Carta Verde" di cui si è in possesso sia valido anche per il Montenegro (controllando che la casella relativa a questo Paese non sia barrata: vedere la casella SCG, oppure MNE per le carte più recenti). All’automobilista che entra nel paese privo di "Carta Verde" sarà richiesto al confine di stipulare una assicurazione montenegrina a breve termine al posto di frontiera.
Delega a condurre: si ricorda a chi guida un'auto non propria di avere una delega del proprietario con firma autenticata presso il comune o un notaio.

Montenegro documenti per l'ingresso nel Paese

Passaporto/ Carta d’identità valida per l’espatrio: i cittadini dei Paesi dell'Unione Europea possono entrare in Montenegro per turismo, con la sola carta d’identità valida per l’espatrio per soggiorni fino a 30 giorni, in alternativa, con il passaporto in corso di validità per soggiorni fino a 90giorni. Nessun altro documento di riconoscimento o di identità, comunque denominato, è valido per l’ingresso in Montenegro.

Montenegro come arrivare 

Esistono diversi modi per raggiungere il Montenegro dall'Italia:
Voli per Montenegro: Il Paese ha due aeroporti, Podgorica e Tivat sulla costa. Fra Podgorica e Roma ci sono sei voli di linea diretti alla settimana; il volo diventa giornaliero in estate; da metà agosto 2016 è stato attivato un volo della Wizz Air che collega due volte alla settimana Milano Malpensa a Podgorica; sono disponibili anche voli di linea fra l'Italia e il Montenegro con scalo a Vienna, Belgrado, Lubiana, Zagabria e - meno frequentemente - altri aeroporti europei. Da aprile 2019 è stata attivata attivata la rotta Bologna-Podgorica, con due voli settimanali con Ryanair (al momento previsti soltanto per il periodo primavera-estate).
Compagnia aerea nazionale: Montenegro Airlines 
Altri aeroporti vicini l'aeroporto di Dubrovnik, in Croazia, e Tirana in Albania sono raggiungibili con autovettura o taxi.

Nave per Montenegro: fino al 29 novembre sarà attivo il traghetto fra Bari e Bar  con la Compagnia di navigazione croata Jadrolinija. Per info e prenotazioni dei traghetti clicca qui https://booking.go4sea.com/home

Montenegro dove alloggiare

Budvaconsiderata tra le localita’ piu’ animate e ricercate della costa montenegrina. E’ uno degli insediamenti piu’ antichi dei Balcani. Ancora oggi conserva un centro storico fortificato che sorge su un’isoletta, collegata alla terra ferma da una lingua di sabbia e che racchiude 2000 anni di storia. Strette vie e piccole piazze abbellite da prestigiosi monumenti, attestano il passaggio delle diverse culture che ne hanno caratterizzato il suo sviluppo. Citta’ vivace, sia di giorno che di notte, ricca di servizi turistici, bar, discoteche, ristoranti. 
Spiaggia: la riviera di budva e’ una tra le piu’ frequentate ed animate. Slovenska e’ la principale spiaggia della citta’, molto affollata e con tanti servizi, bar, e locali.
Target: 
giovani, coppie

Kotor: splendida cittadina cinta da mura, con il fiordo piu’ meridonale d’Europa, le Bocche di Cattaro, chiamate cosi’ in memoria della dominazione veneziana. Servizi turistici ma non di massa, preferita da chi ama fare un viaggio fra storia e natura selvaggia. Sul fiordo si affacciano altre belle localita’ come Perast, con i leoni della serenissima; l’isola della Signora dello Scalpello e l’isola di San Giorgio
Spiaggia: 
fiordo lungo c.a 28 km, calette e insenature lo rendono fra le spiagge piu’ belle del Montenegro

Montenegro cosa vedere

Podgorica:  situata in una pianura fertilissima a nord del lago di Scutari, attraversata da ben sei fiumi: quattro a ridosso della città (Zeta, Sitnica, Mareza e Cijevna), e due che invece l'attraversano (Moraca e Ribnica). Proprio Ribnica rappresenta la linea di confine tra la parte vecchia e la parte nuova della città. Nella parte vecchia è tutt’ora evidente l'influenza ottomana. Basta recarsi nel quartiere di Stara Varos per averne prova: la seicentesca torre dell'Orologio (SahatKula) è una testimonianza significativa dell'ascendenza culturale turca. La parte nuova della città somiglia, invece, sempre più a una moderna capitale europea. Parchi, giardini e un'estesa zona pedonale in cui non mancano ristoranti, locali e boutique.  
 

Go4sea Montenegro Podgorica



Herceg Novi: situata all’ingresso delle Bocche di Cattaro, insieme a Kotor, è una delle maggiori destinazioni turistiche del Montenegro. Le principali attrazioni di questo caratteristico borgo sono  l’esteso lungomare, teatro di quasi tutti gli eventi cittadini; il centro storico con le sue piazze, i vicoli lastricati; la fortezza KanliKula che domina la parte alta della città e la torre dell’orologio SahatKula.

Kotor: Cattaro è una città fortificata sulla costa adriatica del Montenegro considerata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Il suo  centro storico medioevale è caratterizzato da piazze e strade tortuose, più di 30 chiese, tra cui l’importante Cattedrale di Cattaro. Questa splendida cittadina, cinta da mura, si erge vicino il fiordo più meridionale d'Europa, le Bocche di Cattaro, chiamate così in memoria della dominazione veneziana. Servizi turistici ma non di massa, preferita da chi ama fare un viaggio fra storia e natura selvaggia. Da non perdere, inoltre, il Museo del Mare, il cimitero ebraico e la Torre dell’Orologio (SatKula).

Bocche di CattaroSplendida e spettacolare baia, caratterizzata da una serie di insenature che creano un suggestivo paesaggio costiero di grande impatto. La baia è detta anche “la sposa dell’Adriatico”, per la struggente bellezza che si presenta quando si ammira questo meraviglioso spettacolo naturale. Le Bocche di Cattaro sono considerate come il più meridionale fiordo d’Europa. Un modo molto caratteristico per raggiungerle è quello di percorrere la strada panoramica che dalla città di Kotor raggiunge Cetinje. “La strada dei 50 tornanti” è una delle strade più panoramiche d’Europa e attraversa una parte del Parco Nazionale di Lovćen. Man mano che si percorre questa strada, la vista sulla baia di Kotor diventa sempre più scenografica e spettacolare. Sul fiordo si affacciano altre belle località come Perast, con i leoni della serenissima, l'isola della Signora dello Scalpello e l'isola di San Giorgio.

Perast: è un piccolo paese al confine tra i golfi di Risan e Cattaro. Un piccolo paese che vanta però diversi primati: è il più antico insediamento abitativo della regione (le prime tracce umane risalgono al 3500 A. C.); è la cittadina col maggior numero di ore di luce, nonché una delle più belle testimonianze di architettura barocca di tutto l’Adriatico. Perast, in passato, contava una marineria di tutto rispetto: ben 4 cantieri navali e oltre 100 imbarcazioni all’occorrenza pronte alla battaglia. Inoltre Perast vantava l’assenza di una cinta muraria, sopperita però da una fortezza principale (Santa Croce) e un sistema difensivo di torri costiere. 

Isola di San Giorgio: è un’isola naturale di fronte Perast, ricca di boschi di cipressi e con un monastero benedettino del XII secolo dedicato a San Giorgio, importante  centro culturale del medioevo.

Santuario della Madonna dello Scalpello: da Perast è possibile effettuare un’escursione in barca all’Isola della Madonna dello Scalpello. Si tratta di un isolotto artificiale creato nel XV secolo, esattamente nel luogo in cui due pescatori trovarono un’icona della Madonna. Sull’isola fu costruita poi una chiesa divenuta un luogo di culto caro ai pescatori che erano soliti venire a porre qui i loro benefici. La chiesa è meravigliosa con una bellissima cupola azzurra. Il tragitto che dal molo conduce all’isola è molto breve, ma regala viste mozzafiato sulla chiesa e anche sul vicino isolotto di San Giorgio.

Cetinje: Palazzi, chiese, musei e monasteri a Cetinje, antica capitale del Montenegro, c’è tutto un mondo da scoprire. La città si trova all’interno del Lovćen National Park e ospita palazzi bellissimi destinati a ospitare le ambasciate delle principali nazioni europee, nonché la sede del governo e gli uffici principali di Stato. E ancora oggi, seppur non più capitale, è proprio questa maestosità architettonica il biglietto da visita più importante di Cetinje. Un vero e proprio museo all’aperto, oltretutto abbastanza agevole e semplice da visitare.

Sveti Stefan: una delle località più fotografate del Montenegro! Situata su una piccola penisola, è collegata alla costa montenegrina da una striscia di terra. Originariamente Sveti Stefan era un piccolo villaggio di pescatori, ma nel corso dei secoli ha subito una forte trasformazione che ha cambiato il volto del paese. Oggi l’isolotto ospita un lussuoso resort a 5 stelle dove hanno alloggiato turisti di altissimo livello come grandi celebrità americane. Una passeggiata sul lungomare di fronte a Sveti Stefan regala un panorama davvero suggestivo.


Lago di Scutari: il lago di Scutari è il suggello definitivo della grande bellezza del Montenegro. È il più grande della penisola balcanica, confinante con l'Albania, con una superficie variabile dai 600 chilometri quadrati del periodo invernale ai circa 370 della stagione estiva. Un habitat unico con una flora e una fauna ricchissime, ideale per gli appassionati del turismo nel verde e gli amanti del birdwatching.

Monastero di Ostrog: situato a circa 100 chilometri da Budva, la sua particolarità è la caratteristica costruzione interamente scavata nella roccia. La struttura è divisa in una parte superiore e una inferiore. La prima è anche quella più ricca di fascino con due chiese sotterranee (Chiesa della Presentazione e Chiesa della Santa Croce) dalle stupende decorazioni parietali. Nella parte inferiore, invece, si trovano la Chiesa della Santissima Trinità, realizzata nel 1824, e una chiesa più recente, del 2005, intitolata a San Stanko, pastore montenegrino ucciso dai turchi. 


Parco Nazionale di Durmitor: è il più grande tra i 5 parchi nazionali in Montenegro. Diverse le opzioni a disposizione per attività organizzate in questa zona del paese: quelle più gettonate sono l’escursione sul BobotovKuk che, coi suoi 2500 metri, rappresenta la punta più alta del Durmitor, e il rafting sulle sponde del fiume Tara, situato nel canyon più profondo d’Europa, nonché il secondo al mondo dopo il Grand Canyon in Colorado. Altre attività che è possibile effettuare sono: sci, parapendio, ciclismo ad alta quota, safaring, pesca sportiva, senza dimenticare l’osservazione diretta delle variegatissime flora e fauna della regione.

Montenegro spiagge più belle

Morinj: nel bel mezzo delle Bocche di Cattaro, tra Herceg Novi e Kotor, a soli 5 chilometri da Risan, la più antica città del golfo, si trova la spiaggia di Morinj: una striscia di ghiaia dorata lunga 100 metri conosciuta per la sua acqua fresca e cristallina, grazie alla presenza di tante sorgenti sottomarine interconnesse tra loro.
Target : tutti

Zanjice: situata all'ingresso della Baia di Kotor. Ulivi millenari e fitti boschi circondano in un verde abbraccio una spiaggia di sabbia e ciottoli bagnata da acque da sogno. Punto di partenza di piccole speedboat per raggiungere la vicina Blue Cave, una grotta tutta da esplorare. 
Target: tutti

Buljarica:  a un paio di chilometri da Petrovac in direzione Bar si apre una delle spiagge più grandi del Montenegro, una distesa di sabbia e roccia stretta tra il verde della natura e il blu dell’Adriatico. Buljarica, questo è il suo nome, è il posto giusto per evitare il grande affollamento dell’alta stagione.
Target: tutti

Dobrec: accessibile solo via mare a bordo di taxi-boat in partenza da Herceg Novi, la spiaggia di Dobrec è un prezioso smeraldo che illumina la Penisola di Lustica. Una caletta nascosta di ciottoli chiari bagnata da acque cristalline e attrezzata con sdraio, lettini e amache vi farà venir voglia di isolarvi dal mondo.
Target: tutti

Milocer: una mezzaluna di sabbia rosata che abbraccia un mare color cristallo. A rendere la spiaggia ancora più bella, un folto manto di pini marittimi, cedri del Libano e mimose tropicali che si tuffano in acqua.

Target: tutti

Ulcinj: una delle spiagge della baia di Valdanos che si trova a 4 km a nord-ovest della omonima città. Questa è la spiaggia più nota e frequentata della baia
Target: tutti

Velika Plaza: rinominata Long Beach perché questa è la spiaggia più lunga del Montenegro! VelikaPlaza è una distesa infinita di sabbia scura che per circa 12 chilometri si allunga tra Port Milena e Ulcinj, il comune di cui fa parte. Morbida e ventosa, questa bellissima spiaggia dell’estremo sud, situata vicino al confine albanese, è la meta prediletta dei windsurfer. In alcuni tratti frequentata da naturisti.
Target :tutti / sportivi/ naturisti


Kotor: Fiordo lungo circa 28 km, calette e insenature lo rendnon fra le spiagge più belle del Montenegro

Montenegro cosa mangiare

La varietà geografica del territorio influenza molto anche la sua cucina: nell’entroterra si possono gustare piatti a base di funghi, frutti di bosco, selvaggina ed erbe aromatiche. Invece sulla costa il pesce rappresenta il piatto principale. Di seguito alcune specialità da non perdere!!
Priganice: ottime ciambelle, ideali per la colazione, vengono servite  con miele o marmellata.
Burek: pasta sfoglia ripiena di formaggio, carne, spinaci o patate.
Riblja corba: zuppa di pesce caratterizzata principalmente da pesci di piccola taglia.
Shopska: insalata fredda composta da pomodori, cetrioli, peperoni, cipolle e formaggio bianco.
Risotti Mediterranei: risotto ai frutti di mare, risotto nero, risotto ai calamari e risotto gamberi.
Prsut: prosciutto crudo stagionato, solitamente servito con erbe, formaggio e olive.
Cevapi: è un tipo di piatto grigliato a base di carne macinata, simile al kebab; può essere a base di pollo, agnello, maiale o manzo. Viene servito con cipolle tritate, kajmak (formaggio cremoso), ajvar (condimento piccante) o panna acida.

Montenegro escursioni

Baie, canyon, parchi, monasteri cristiani e ortodossi, città e paesi impregnati di storia e cultura enogastronomica, offrono una miriade di escursioni studiate in più formule per soddisfare qualsiasi preferenza, sia autonomamente che con tour giornalieri o viaggi organizzati. https://www.go4sea.com/blog/3-viaggi-e-tour-di-gruppo-go4sea
Alcuni suggerimenti:
Visita al Monastero Di Ostrog
- Herceg Novi

- Monte Lovćen
- Njegusi
- Cetinje
- Perast
- Lago di Scutari – escursione in barcaPodgorica
- Tivat
- Stari Bar
- Parco Nazionale del Durmitor
- Canyon del Fiume Tara - rafting
- Parco Nazionale di Biogradska Gora
- Baia di Boka
- Tour enogastronomici
- Tour in barca
- Tour in Croazia
- Tour in barca nella baia di Kotor

Offerte relative a Montenegro

filtra per:

Ricevi le nostre newsletter

Iscriviti e ricevi in anteprima le nostre offerte imperdibili.
Vi aggiorneremo inviandovi promozioni esclusive
riservate alla community Go4Sea

iscriviti