Ricerca

Macedonia

Terra contesa in mille battaglie,  la cui storia è ricca di racconti epici e leggende.
Terra dai tanti volti, punto di unione fra le civiltà, ricca di religioni, tradizioni e culture.
Terra Patria del cirillico.
Terra dove la natura domina con fresche sorgenti, laghi e rigogliosi boschi.
Terra dai romantici paesi sulle rive del lago.
Terra sconosciuta a molti, che altro non potrà regalare se non magnifico stupore.

Macedonia informazioni generali

Codice Paese: MK. Sulle targhe automobilistiche, a seguito dell'Accordo sottoscritto con la Grecia per il cambiamento del nome, sarà progressivamente introdotta la sigla NMK.
Fuso orario: nessuna differenza oraria con l’Italia
Prefisso: dall’Italia 00389, per l’Italia 0039
Telefonia: la rete GSM copre quasi tutto il territorio e tutte le maggiori città.
Capitale: Skopje

Macedonia moneta

Moneta locale: denaro macedone (MKD) lʼattuale conversione è di 1€=61,58 MKD.

Macedonia lingua

La lingua ufficiale è il macedone, lingua slava che adotta i caratteri cirillici. L’albanese (idioma del principale gruppo etnico di minoranza, circa il 20% della popolazione, prevalentemente localizzato nella parte nord-occidentale del Paese), è altresì riconosciuta dalla nuova normativa per l'uso delle lingue e può essere utilizzata in via ufficiale, oltre che nelle istituzioni pubbliche locali delle municipalità dove i cittadini di lingua albanese sono almeno il 20% della popolazione residente, anche nelle istituzioni pubbliche centrali nei casi e nei modi previsti dalla legge.  

Macedonia religione

La religione principale è la cristiano-ortodossa. Circa un terzo della popolazione e’ di religione musulmana (sunniti)

Macedonia passaporto o carta d'identità

E’ necessaria la carta di identità valida per l’espatrio (dal 3 ottobre 2008 i cittadini dei Paesi UE e dei Paesi firmatari dell’Accordo Schengen possono entrare nel Paese con carta d’identità valida per l’espatrio), non rinnovata e con validità residua di almeno tre mesi (consultare sempre la propria agenzia di viaggio o l’ambasciata).

Macedonia patente

Patente: Patente italiana accettata per 6 mesi. Assicurazioni estere accettate. È necessaria la Carta Verde rilasciata in Italia.

Macedonia come arrivare 

E' possibile raggiungere la Macedonia in auto
- da Nord, attraverso Slovenia, Croazia, Serbia (percorso più veloce ed in gran parte autostradale), oppure lungo il percorso adriatico attraverso Slovenia, Croazia, Montenegro,Albania e Kosovo;
-dall' Albania, raggiungibile via nave dall'Italia (il porto di arrivo più comodo per raggiungere la Macedonia del Nord è Durazzo, collegato con Venezia, Ancona, Bari e, saltuariamente, Brindisi); 
( Durazzo e Ohrid distano circa 180 km).
-dalla Grecia, raggiungibile in nave dall'Italia da varie località (il porto di arrivo più comodo è Igoumenitsa, da cui parte l'autostrada Egnatia che poco prima di Salonicco si congiunge con l'autostrada che porta alla frontiera con la Macedonia del Nord e procede verso Skopje).

Diversamente si può raggiungere la Macedonia in aereo:
- l'aeroporto internazionale di Skopje offre collegamenti diretti con Milano Malpensa, Treviso e Roma Ciampino due volte a settimana, tramite la compagnia WizzAir, sullʼaeroporto internazionale di Petrovec, cittadina a 17 km dalla capitale Skopje.

-Voli da varie località italiane a Skopje sono possibili con scali in diversi hub europei. In estate vengono effettuati anche voli charter verso il piccolo aeroporto di Ocrida. In alternativa, gli aeroporti internazionali di Salonicco e di Sofia possono essere considerati come punto di arrivo dove noleggiare un'auto o da cui raggiungere la Macedonia del Nord tramite autolinee private.

Autostrade
L'asse stradale principale E75 corre lungo la direttrice nord-sud Salonicco-Gevgelija (confine con la Grecia) - Skopje - Tabanovce (confine con Serbia-Montenegro) - Belgrado; il tratto che percorre la Repubblica di Macedonia del Nord è interamente autostradale. L'altra via di collegamento importante corre lungo la direttrice est-ovest Sofia-KrivaPalanka (confine con la Bulgaria) - Skopje - Tetovo - Ocrida, solo in parte di tipo autostradale (limitatamente al tratto centrale Kumanovo-Skopje-Tetovo-Gostivar). Le condizioni delle strade asfaltate nelle aree urbane sono generalmente soddisfacenti, ma è comunque richiesta attenzione. A volte decisamente scarsa, invece, è la condizione della viabilità extraurbana secondaria. Le strade minori nelle zone di montagna, benché segnalate ordinariamente sulle mappe e dai navigatori satellitari, sono effettivamente percorribili solo con mezzi 4x4. 
Sui tratti autostradali è dovuto un pedaggio, pagabile alle barriere, solamente in contanti (sono in fase di realizzazione nuovi caselli abilitati al pagamento elettronico ma non risultano ancora attivi). Il pagamento è sempre effettuabile anche in euro, seppur con cambio decisamente sfavorevole (1 euro = 40 MKD). 

Trasporti interni
I trasporti pubblici locali sono operativi solo nella Capitale e basati esclusivamente su linee di autobus, molto economici ma a volte vetusti e affollati. A Skopje è in funzione anche una cabinovia che collega il parcheggio della località "SrednoVodno" con la cima del Monte Vodno, che sovrasta la città (infrastruttura di valore essenzialmente turistico).
Le linee ferroviarie interne sono ben poco sviluppate, tutte a binario unico, e incentrate sull'asse (Belgrado)-Kumanovo-Skopje-Veles-Prilep-Bitola. Da Veles la ferrovia prosegue verso sud in direzione della Grecia (arrivo a Salonicco), verso la quale si può viaggiare in treno anche partendo da Bitola (via Florina). Recentemente, grazie a finanziamenti UE, sono stati effettuati alcuni interventi di ammodernamento di qualche stazione e del materiale rotabile per passeggeri.

Macedonia meteo

Il clima della regione è prevalentemente continentale, non avendo sbocchi sul mare ed essendo ricca di catene montuose; pertanto gli inverni saranno molto freddi e le estati torride ma poco umide con scarse precipitazioni. I mesi migliori per visitarla sono Maggio, Giugno e Settembre mentre sono sconsigliati Luglio e Agosto a causa del caldo torrido e della forte escursione termica tra giorno e notte. Paesaggi incontaminati,ricchezza culturale e gente ospitale fanno della Macedonia la meta ideale per chi vuole prendersi una pausa dalla vita frenetica a cui tutti siamo abituati e per godere di unʼesperienza di viaggio emotivamente rigenerante a contatto con luoghi in cui si “riesce ad ascoltare il silenzio”.

Macedonia cosa vedere in un settimana

Ocrida o Ohrid: in origine Lychnidos, “Città della Luce”, conosciuta come la “Gerusalemme slava” per la sua importanza religiosa, la cittadina nasce su uno dei bacini più antichi al mondo risalente a circa 2.000.000 di anni fa; lʼomonimo lago non ha affluenti ma è alimentato da sorgenti sotterranee che gli conferiscono un intenso colore azzurro ed ospita una fauna tra le più ricche al mondo. Il lago di Ohrid è stato riconosciuto alla fine del secolo scorso come Patrimonio dellʼUnesco. 
Ocrida è nota anche come “la perla della Macedonia” sia per la sua indiscussa bellezza che per la produzione artigianale di perle di cui solo due famiglie in tutto il paese detengono la ricetta segreta che viene tramandata oralmente; si tratta di piccole gocce di madreperla che vendono ricavate dai gusci delle conchiglie e ricoperte da una emulsione a base di polvere di squame di un piccolo pesce che vive nel lago.

Baia delle ossa: a sud di Ohrid si trova un villaggio costruito su palafitte risalente a 3.000 anni fa. Il relativo museo sullʼacqua ricostruisce la vita degli abitanti dellʼepoca di cui si sono ritrovate tracce di ossa e frammenti di ceramiche risalenti a ad un insediamento preistorico. Nel 1979 lʼUnesco ha dichiarato questo sito archeologico patrimonio dellʼumanità. A poca distanza da questo prezioso complesso museale si trova un'autentico gioiello:il Monastero di Sveti Naum. Si tratta di un monastero in stile bizantino risalente al 905 d.C. immerso nella natura e affacciato sul lago di Ohrid; tappa immancabile dei tour organizzati da Go4sea.

Vevčani, definita uno stato nello Stato: rappresenta un simbolo d’indipendenza e di protesta contro le decisioni che non siano conformi agli interessi dei residenti. A Vevcani si può ritirare il Passaporto della Repubblica Indipendente di Vevcani, non valido ovviamente per viaggiare ma come souvenir. Immancabile la passeggiata alle sorgenti note con il nome di “Vevčanskiiizvori” (sorgenti di Vevčani), un monumento della natura. Lungo i sentieri , i ponticelli e le piccole cappelle che caratterizzano il cammino, si evince  lo spirito di questo luogo, che vive appieno durante il tradizionale rito pagano del carnevale, che si ritiene esista da più di 1400 anni.

Struga: in passato “Enchalon” la città della poesia e dei ponti. Romantica anche nella sua architettura, affacciata sulle rive del lago e da vicoli che si intrecciano. Attraversata dal fiume Black Drim che scorre da St. Naum fino a riversarsi nelle acque del lago di Ohrid, per poi passare nel Mar Adriatico attraverso l’Albania. Luogo di nascita dei più alti rappresentanti della cultura macedone e del risveglio nazionale nel XIX secolo. Oggi Struga ospita il Festival annuale di poesie, “Le serate di Poesia Struga”, che vengono lette dai ponti per arrivare meglio al loro amore. 
Tipiche le anguille del Mar del Sargasso.

Bitola: baciata dal verde del monte Baba, tesoro della cultura materiale e spirituale della nazione, è il più importante centro economico-culturale ed universitario della Macedonia. Conosciuta come la città dei consoli e del pianoforte. Inaspettata e molto apprezzata dai turisti, sia per la sua bellezza, affascinante perdersi nei vicoli tortuosi ricchi di Chiese, ma anche per l’ospitalità dei cittadini. Da non perdere un escursione nel Parco Nazionale più antico della Macedonia, il Pelister, ideale per vivere sensazioni antiche fra villaggi tipici e cucina locale, a stretto contatto con una natura incontaminata. Nei pressi del parco è possibile visitare i quartieri dell’età del ferro e del medioevo, di richiamo per gli appassionati di archeologia.
Molti i Festival internazionali durante tutto l’anno, tra i più famosi il festival cinematografico, il festival del Dramma e il Festival Folcloristico di danze e canzoni. Dal 2007, Bitola è membro dell’Associazione Europea delle Città di Eredità Ricca Culturale e Storica – EAHTR, nonchè membro della Città seducente Rete Balcanica delle Città e Regioni di Centri Storici. Nel 2008, secondo il rapporto della Banca Mondiale, Bitola risulta essere la città migliore nell’Europa sud-orientale per intraprendere affari. Una città in grado di offrire possibilità di crescita sia in ambito turistisco che commerciale.

Parco nazionale di Mavrovo: a nord di Ohrid troviamo il parco nazionale più esteso della Macedonia. Si compone di tre sistemi montuosi alpini di cui il monte Medenica è la cima più alta e rappresenta un vero paradiso per gli appassionati di  escursionismo. Il parco nazionale è attraversato  dal fiume Radika che confluisce nel lago di Mavrovo; lʼunica testimonianza di un insediamento urbano creato sulle sue sponde è rappresentato dalla Chiesa di San Nicola, attualmente sommersa dalle acque del lago e parzialmente visibile.

San Jovan Bigorski: sulla strada  che porta da Ocrida a Skopje, seguendo il flusso del fiume Radika, si può ammirare un suggestivo paesaggio collinare. Arroccato su una di queste colline si trova San Jovan Bigorski, il monastero ortodosso più importante della regione, nonché uno dei siti culturali più rilevanti.

Prilep: proseguendo ad est, nella valle di Pelagonia,  troviamo la città di Prilep, circondata da un paesaggio roccioso e caratterizzata da numerose cave di marmo bianco in cui non è raro trovare il prezioso Rubino di Macedonia dal bellissimo colore rosa lampone. Attualmente la Macedonia è lʼunico paese europeo in cui si trovano naturalmente pietre preziose.


Monastero di Treskavec: poco  distante dalla città di Prilep, sullʼaltopiano di Zlatovrv, si trova il suggestivo monastero ortodosso  di Treskavec. Devastato parzialmente da un incendio nel 2013, oggi è in fase di restauro ed ospita un unico abitante da 10 anni, un monaco che ne fa da custode. La costruzione del monastero ha origine abbastanza incerta, probabilmente precedente al XIII sec., e la parte più interessante da visitare, poiché meno danneggiata ,è la chiesa consacrata allʼascensione della Vergine Maria, in cui si possono ammirare stupendi affreschi di arte bizantina.

Skopje: a nord di Traskavec, sulla strada principale dei Balcani cheporta ad Atene, sorge Skopje,capitale della Repubblica di Macedonia nonché maggiore centro culturale, politico ed economico del paese. Profondamente colpita da un violento terremoto nel 1963 che distrusse diverse zone storiche, oggi possiamo ammirare diversi monumenti tra cui: il Ponte di Pietra voluto da Maometto II, il Bazar ed il Mausoleo dedicato a Madre Teresa di Calcutta, di cui Skopje è la città natale.

Lago di Doyran: degno di nota è il piccolo lago di Doyran, a sud del paese, caratteristico per avere una sponda macedone ed una greca; conosciuto anche le proprietà terapeutiche dei suoi fanghi e per essere habitat di molte specie rare di pesci.

Macedonia tradizioni

La cultura macedone è ricca di usanze radicate nel tempo legate soprattutto alla religione; sono due i principali eventi che si svolgono in Macedonia durante lʼanno:
Vodici (detto anche Bogojavlenie) è il nome del giorno in cui Gesù Cristo è stato battezzato nel fiume Giordano da San Giovanni Battista. Il battesimo nella Chiesa Ortodossa rappresenta la nascita spirituale, lʼinizio della vita dellʼuomo nella fede. Si festeggia in due differenti giorni, il 19 ed il 20 Gennaio: un prete lancia un crocifisso in un fiume o in un lago ed alcuni fedeli si tuffano per recuperarlo; si crede che chi per primo riesca a prendere il crocefisso passerà un anno particolarmente fortunato. Questo evento si svolge in tutta la regione ma quelli maggiormente noti sono a Skopje sul fiume Vardar e a Ohrid sullʼomonimo lago.

La vendemmia di Tikveš: organizzata fin dal 1964, rappresenta una sorta di mantenimento della considerevole tradizione vinicola di queste terre che trae origine dallʼantichità quando si organizzavano le “Giornate di Dioniso”, dio del vino e dellʼuva. La vendemmia, che si organizza a Settembre, è unʼattrazione regionale e unʼesperienza unica per tutti i visitatori. La piazza della città ospita le bancarelle delle case vinicole e dei ristoratori, mentre sul corso principale si snoda il “corteo di carnevale”, guidato dalla regina e dal re della vendemmia che brindano a un raccolto copioso e fruttuoso.

Il Carnevale, Tradizioni antiche ed invocazioni alla fertilità si intrecciano alla satira politica nei festeggiamenti del carnevale in Macedonia. I più celebri sono quelli di Vevcani, con una spontaneità legata a riti pagani, e quello grandioso di Strumica.


Oltre a questi eventi culturali, altre esperienze da vivere in Macedonia sono riconducibili alla tradizione culinaria con le sue specialità tipiche.

Macedonia piatti tipici

La cucina è varia e ricca di influenze dei paesi vicini come il Cevapčići (salsicce di carne trita), il Borek (torte salate) come in Bosnia e le verdure ripiene e insalate alla greca, trota e altro pesce di lago. Abbiamo per voi raccolto tutte le pietanze tipiche delle Macedonia:
Tavčegravče: specialità locale (fagioli al forno con pomodori e cipolle) e peperoni, alla griglia, in salsa (l’ajvar è la più diffusa) o imbottiti di carne e riso.

Dolmades: specialità tipica dei balcani portata ai giorni nostri dalla tradizione contadina, si tratta di involtini fatti con foglie di vite sbollentate ripieni di riso e spezie.

Ajvar: salsa tipica della zona composta principalmente da peperoni, peperoncini, melanzane e aglio. L'ajvar può essere spalmato sul pane e usato so prattutto come condimento per carne.

Rakjia: grappa prodotta tramite distillazione artigianale dellʼuva con una gradazione alcolica molto elevata ( dai 40 agli 80 gradi), è la bevanda più diffusa del paese.

Caffè turco: si tratta di un caffè dalla consistenza molto densa che viene preparato con caffè macinato, acqua bollente e spezie come il cardamomo; viene generalmente offerto nei monasteri ai visitatori in segno di ospitalità.

Una vera macedonia di sapori.
La macedonia di frutta prende il nome proprio da questa regione, in virtù della mescolanza di popoli e culture che da sempre la caratterizza.

Macedonia Hotel 

Go4sea propone una scelta di Hotel con ottimi servizi, a prescindere dalla categoria, che utilizza prevalentemente durante i Tours Tailor made.

Macedonia Tour 

Il Tour in Macedonia del Nord e Lago di Ohrid è il fiore all’occhiello dei programmi Go4sea.

 

Offerte relative a Macedonia

filtra per:

Ricevi le nostre newsletter

Iscriviti e ricevi in anteprima le nostre offerte imperdibili.
Vi aggiorneremo inviandovi promozioni esclusive
riservate alla community Go4Sea

iscriviti