Ricerca

Romania

La terra genuina

Immaginiamo un luogo dove il tempo sembra essersi fermato: campagne idilliache solcate da aratri trainati dai buoi, prati con fiori e alberi da frutto dimenticati (e presenti solo qui), stradine sterrate percorse da carrozze e cavalli, villaggi colorati dove i bambini giocano per strada e le vecchiette ricamano bluse immacolate, chiese medievali con imponenti fortificazioni per resistere agli assedi degli ottomani e dei tatari, oggi protette come Patrimonio dell'umanità dall'Unesco. E poi artigiani che tessono tappeti e arazzi con motivi floreali antichi, fabbri che forgiano chiavi e chiodi con il fuoco e il martello, piccoli palazzi eleganti, bar dove gli avventori leggono libri invece che scrollare Instagram e librerie dove la gente prende il te con gli amici.

Sembra una favola, e invece questo Paese esiste. In Europa. A due ore di volo dall’Italia.

Il viaggio comincia da Sibiu, nel cuore della Transilvania: oltre le sue mura medievali, ecco un mix di edifici dipinti in colori pastello, facciate decorate, torri massicce e piazzette animate fino a tarda sera nella bella stagione. Da percorrere la pittoresca scalinata trecentesca che collega la parte alta e quella bassa della città, e ovviamente il Ponte delle Bugie in ferro battuto, il più antico della Romania.

A circa un'ora e mezza da Sibiu si entra magicamente nella storia di Sighisoara, capolavoro artistico protetto dall'Unesco e fra le poche cittadelle medievali ancora abitate. Oltre alla famosa Torre dell'Orologio e alla fortezza, a cui si accede da una lunga scalinata coperta in legno istoriato, chi ama il pop non può perdersi la casa dove nacque il conte Vlad, ovvero Dracula.

Ci si addentra nella regione della Bucovina, nota per i suoi monasteri di epoca bizantina caratterizzati ognuno da un colore dominante e dai loro affreschi che narrano storie di santi e profeti, episodi della vita di Gesù, della creazione dell’uomo e del suo destino dopo la morte, e che erano un mezzo per insegnare ai contadini analfabeti della Bucovina quanto scritto sulla Bibbia.

Ci si ferma a Brasov, una delle località più belle della Romania: ricca di mistero e storia, è un piccolo gioiello da non perdere, un dedalo di stradine strette e vie, su cui si affacciano palazzi con facciate barocche e guglie gotiche. A 30 km da Brasov si trova uno dei castelli più famosi al mondo, quello di Bran, meglio conosciuto come la dimora del Conte Dracula.

Sulla strada per Bucarest, ci si ferma a Sinaia per ammirare l'eclettico Castello di Peles, residenza estiva della famiglia reale romena, costruito alla fine del XIX secolo in una valle di assoluta bellezza.

L'arrivo nella capitale Bucarest è una sorpresa. Il quartiere più antico, Lipscani, è rimasto intatto e nonostante richiami numerosi visitatori, ospita diversi locali inaspettatamente cool. Ma altrettanto affascinante, e meno turistico, è l'ipnotico e ancora a tratti fatiscente Icoanei. In quest'area della città si trovano ristoranti poco turistici che si affacciano su bellissimi giardini e  piccole librerie  come la Carturesti Carousel, ricavata in un edificio antico con grandi balcolate e un rooftop trasparente.

Insomma, narrare della Romania è bello, ma il racconto più bello lo si ha solo scoprendola.

Parti con Go4sea e scopri i nostri Tour guidati

Gran Tour della Romania

leggi di più

Gran Tour della Romania e della Bulgaria

leggi di più

Gran Tour della Romania e della Moldavia

leggi di più

Weekend a Bucarest e Sinaia

leggi di più

Offerte relative a Romania

filtra per:

Ricevi le nostre newsletter

Iscriviti e ricevi in anteprima le nostre offerte imperdibili.
Vi aggiorneremo inviandovi promozioni esclusive
riservate alla community Go4Sea

iscriviti