Dubai

Non ci sono parole che possano descrivere la sensazione di disorientamento che si prova al primo impatto con Dubai. Capitale dell’omonimo Emirato, Dubai rappresenta l’emblema della modernità e del lusso, l’eccellenza nel settore alberghiero e della ristorazione ha trovato ospitalità e libertà d’espressione sviluppando un’economia che, gradualmente, sta sostituendo quella più tradizionale basata sul petrolio. A Dubai niente è impossibile e questo è testimoniato dalla costruzione di un’intera area residenziale costituita da isole che prendono la forma di una palma (Palm Jumeirah), dalla possibilità di sciare quando la temperatura esterna raggiunge i 50 Gradi, dal giocare a Golf sul tetto di un grattacielo, dal cenare all’interno di un mega acquario.

Fuso orario: l’ora legale di Dubai è GMT+4. Prendendo come riferimento l'Italia, bisogna calcolare 2 ore in più.

Valuta: la valuta di Dubai è il dirham (Dh, AED). Il cambio approssimativo è di 4,5 dirham per euro.

Lingua: la lingua ufficiale negli Emirati Arabi è l’arabo. Diffusa la lingua inglese. I cartelli, la segnaletica e i documenti ufficiali sono in arabo, ma sempre accompagnati da una traduzione in inglese.

Orario commerciale: i negozi sono aperti dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 21:00. I centri commerciali effettuano orario continuato dalle 10:00 alle 22:00.
Il giorno di chiusura è il venerdì.

Elettricità e prese di corrente: le prese di corrente hanno un voltaggio di 220.

Bevande analcoliche: a Dubai è consentito il consumo di alcolici nella maggior parte dei locali pubblici.

Periodo del Ramadan: durante il Ramadan è mal visto mangiare, bere o fumare in pubblico di giorno.

Sostanze illegali: Nessuna tolleranza per chi viene trovato in possesso di droghe.

Per l'ingresso nel Paese è necessario presentare:
– passaporto con una validità residua di minimo 6 mesi
I cittadini italiani non hanno bisogno di visto turistico, la permanenza massima consentita è di 90 giorni. 

***IMPORTANTE***
Vi invitiamo a prendere attenta visione delle procedure di ingresso “Anti Covid-19”  attualmente in vigore che trovate al seguente link https://www.go4sea.com/covid-19-regole-di-ingresso.

Il clima degli Emirati Arabi Uniti è subtropicale arido, con inverni miti ed estati calde. I mesi più caldi dell'anno sono luglio e agosto, periodo in cui le temperature medie raggiungono massime di oltre 48 °C sulla pianura costiera. Le temperature medie di gennaio e febbraio raggiungono minime tra i 10 e i 14 °C. Durante i mesi di fine estate, sulla regione costiera soffia un vento umido sud-orientale conosciuto come Sharqi (che significa “orientale"). La media annua delle precipitazioni nella zona costiera è molto bassa. La regione costiera è soggetta a occasionali ma violente tempeste di polvere, che possono ridurre notevolmente la visibilità.

Dubai è una città perennemente in equilibrio tra l’oriente con le sue tradizioni millenarie e l’occidente con la sua modernità; tra i suoi panorami mozzafiato e i palazzi ultramoderni che stanno in piedi sfidando le leggi della gravità; tra i ritmi lenti e rilassati del deserto al tramonto e la frenesia e la velocità delle città del terzo millennio.

Assolutamente da non perdere: una visita del lato moderno di Dubai che comprende strutture iconiche come il Burj Al Arab ed il Burj khalifa; Dubai tradizionale con visita al mercato delle spezie; escursioni nel deserto in fuoristrada con cena in un campo tendato, escursione ad Abu Dhabi con visita alla moschea Sheikh Zayed.

I cibi tipici degli Emirati Arabi non si discostano molto da quelli degli altri paesi mediorientali e quelli della cucina araba. Dubai ed Abu Dhabi hanno una vasta gamma di ristoranti, fast food, buffet con cucina che origina da ogni parte del mondo, visto la moltitudine di stranieri che visitano e risiedono questi due Emirati. La maggior parte, per non dire la quasi totalità dei ristoranti, si trova nei grandi centri commerciali e negli hotels. La cucina  è ricca di spezie (cardamomo, coriandolo, cumino, curcuma) e non si può fare a meno del couscous preparato con carne, pesce, verdure e del favoloso, leggero e morbido pane arabo (khobs), del pollo alla griglia (dajaj), degli spiedini di carne d’agnello speziato (kefta), le polpette di ceci fritte (falafel), la crema fatta con ceci macinati e ridotti in poltiglia, macerata con aglio, olio d’oliva e succo di limone (hummuss). Ricordando che nei ristoranti, se non diversamente indicato e comunque solo per stranieri, non è servito alcool, le bevande tipiche sono sempre il caffè arabo e il tè alla menta (shaina’ana’a) e l’aspro latte di cammella.

INFO GENERALI

Non ci sono parole che possano descrivere la sensazione di disorientamento che si prova al primo impatto con Dubai. Capitale dell’omonimo Emirato, Dubai rappresenta l’emblema della modernità e del lusso, l’eccellenza nel settore alberghiero e della ristorazione ha trovato ospitalità e libertà d’espressione sviluppando un’economia che, gradualmente, sta sostituendo quella più tradizionale basata sul petrolio. A Dubai niente è impossibile e questo è testimoniato dalla costruzione di un’intera area residenziale costituita da isole che prendono la forma di una palma (Palm Jumeirah), dalla possibilità di sciare quando la temperatura esterna raggiunge i 50 Gradi, dal giocare a Golf sul tetto di un grattacielo, dal cenare all’interno di un mega acquario.

INFO UTILI

Fuso orario: l’ora legale di Dubai è GMT+4. Prendendo come riferimento l'Italia, bisogna calcolare 2 ore in più.

Valuta: la valuta di Dubai è il dirham (Dh, AED). Il cambio approssimativo è di 4,5 dirham per euro.

Lingua: la lingua ufficiale negli Emirati Arabi è l’arabo. Diffusa la lingua inglese. I cartelli, la segnaletica e i documenti ufficiali sono in arabo, ma sempre accompagnati da una traduzione in inglese.

Orario commerciale: i negozi sono aperti dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 21:00. I centri commerciali effettuano orario continuato dalle 10:00 alle 22:00.
Il giorno di chiusura è il venerdì.

Elettricità e prese di corrente: le prese di corrente hanno un voltaggio di 220.

Bevande analcoliche: a Dubai è consentito il consumo di alcolici nella maggior parte dei locali pubblici.

Periodo del Ramadan: durante il Ramadan è mal visto mangiare, bere o fumare in pubblico di giorno.

Sostanze illegali: Nessuna tolleranza per chi viene trovato in possesso di droghe.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Per l'ingresso nel Paese è necessario presentare:
– passaporto con una validità residua di minimo 6 mesi
I cittadini italiani non hanno bisogno di visto turistico, la permanenza massima consentita è di 90 giorni. 

***IMPORTANTE***
Vi invitiamo a prendere attenta visione delle procedure di ingresso “Anti Covid-19”  attualmente in vigore che trovate al seguente link https://www.go4sea.com/covid-19-regole-di-ingresso.

CLIMA

Il clima degli Emirati Arabi Uniti è subtropicale arido, con inverni miti ed estati calde. I mesi più caldi dell'anno sono luglio e agosto, periodo in cui le temperature medie raggiungono massime di oltre 48 °C sulla pianura costiera. Le temperature medie di gennaio e febbraio raggiungono minime tra i 10 e i 14 °C. Durante i mesi di fine estate, sulla regione costiera soffia un vento umido sud-orientale conosciuto come Sharqi (che significa “orientale"). La media annua delle precipitazioni nella zona costiera è molto bassa. La regione costiera è soggetta a occasionali ma violente tempeste di polvere, che possono ridurre notevolmente la visibilità.

COSA FARE

Dubai è una città perennemente in equilibrio tra l’oriente con le sue tradizioni millenarie e l’occidente con la sua modernità; tra i suoi panorami mozzafiato e i palazzi ultramoderni che stanno in piedi sfidando le leggi della gravità; tra i ritmi lenti e rilassati del deserto al tramonto e la frenesia e la velocità delle città del terzo millennio.

Assolutamente da non perdere: una visita del lato moderno di Dubai che comprende strutture iconiche come il Burj Al Arab ed il Burj khalifa; Dubai tradizionale con visita al mercato delle spezie; escursioni nel deserto in fuoristrada con cena in un campo tendato, escursione ad Abu Dhabi con visita alla moschea Sheikh Zayed.

CUCINA

I cibi tipici degli Emirati Arabi non si discostano molto da quelli degli altri paesi mediorientali e quelli della cucina araba. Dubai ed Abu Dhabi hanno una vasta gamma di ristoranti, fast food, buffet con cucina che origina da ogni parte del mondo, visto la moltitudine di stranieri che visitano e risiedono questi due Emirati. La maggior parte, per non dire la quasi totalità dei ristoranti, si trova nei grandi centri commerciali e negli hotels. La cucina  è ricca di spezie (cardamomo, coriandolo, cumino, curcuma) e non si può fare a meno del couscous preparato con carne, pesce, verdure e del favoloso, leggero e morbido pane arabo (khobs), del pollo alla griglia (dajaj), degli spiedini di carne d’agnello speziato (kefta), le polpette di ceci fritte (falafel), la crema fatta con ceci macinati e ridotti in poltiglia, macerata con aglio, olio d’oliva e succo di limone (hummuss). Ricordando che nei ristoranti, se non diversamente indicato e comunque solo per stranieri, non è servito alcool, le bevande tipiche sono sempre il caffè arabo e il tè alla menta (shaina’ana’a) e l’aspro latte di cammella.

Email
Phone
Messenger
WhatsApp
Messenger
WhatsApp
Phone
Email

Ricevi la Nostra Newsletter





Specifica*

Agenzia di Viaggio
Privati

l'informativa della Privacy

Cliccando su ISCRIVITI esprimi il tuo consenso a ricevere le newsletter GO4SEA