Discovering Argentina

Discovering Argentina

Guida al viaggio

Hotel

I voli intercontinentali di collegamento tra l’Italia e l’Argentina raggiungono Buenos Aires normalmente il mattino presto (a partire dalle ore 05.00) e l’arrivo in hotel è previsto in genere tra le 06.30 e le 07.00. Gli hotel consegnano le camere a partire dalle ore 15.00, pertanto è consigliato, prevedere un early check-in al fine di disporre della camera immediatamente all’arrivo. In tutti gli hotel è consuetudine richiedere al check-in una carta di credito con i numeri a rilievo (non prepagata), a garanzia di consumazioni e servizi extra.

 

Servizi privati

I servizi privati prevedono un mezzo esclusivo a disposizione dei passeggeri con autista parlante spagnolo e guida parlante italiano.

 

Trasferimenti

I trasferimenti in Argentina sono generalmente privati con autista parlante spagnolo.

 

Tour individuali

Programmi di viaggio su base individuale (minimo 2 persone) normalmente inclusivi di escursioni e visite organizzate. Consentono di pianificare il viaggio in totale libertà scegliendo autonomamente la data di partenza.

 

Assistenza in loco

I nostri passeggeri possono rivolgersi ai nostri corrispondenti in loco parlante italiano contattandoli 24 ore al giorno – 7 giorni alla settimana per qualsiasi necessità o emergenza che necessiti di particolare assistenza. Per le escursioni facoltative, invece, è possibile far riferimento alle guide locali durante altre escursioni incluse o i trasferimenti.

 

Servizi collettivi multilingue

I servizi collettivi multilingua, i più diffusi e i più utilizzati grazie al loro ottimo rapporto qualità/prezzo, prevedono servizi operati in condivisione con altri passeggeri italiani ed internazionali. Normalmente la guida che si occupa di questi servizi è una guida multilingue, che parla italiano e spagnolo.

 

CLIMA

L’argentina si trova nell’emisfero australe, pertanto le stagioni sono invertite rispetto alle nostre. Il clima dell’Argentina è suddiviso principalmente in tre zone climatiche, molto diverse tra loro.

A nord il clima è di tipo sub-tropicale con temperature alte ed umidità costante, le piogge cadono intense tutto l’anno, il periodo migliore per visitarlo è il loro inverno (giugno-settembre) relativamente meno piovoso e più fresco. Alcune escursioni prevedono visite che raggiungono altitudini oltre i 4000 mslm; si potrebbero verificare disturbi quali mal di testa o nausea e sono sconsigliate a chi soffre di problemi cardiaci.

Nella zona centrale, compresa la zona di Buenos Aires, il clima è temperato, pertanto le temperature sono accettabili tutto l’anno, con punte massime d’estate (dicembre-febbraio) anche di 30° gradi ed un clima umido, mentre durante l’inverno (giugno-settembre) le temperature si aggirano intorno ai 15° gradi e le piogge sono meno abbondanti. Per esplorare le regioni del sud dell'Argentina, compresa la Patagomia e la terra del Fuoco, i mesi migliori sono sicuramente quelli della loro estate (dicembre-febbraio), quando le temperature sono un pò più accettabili e non troppo rigide. Le regioni meridionali, in particolare l'estremo sud, sperimentano lunghi periodi di luce solare da novembre a febbraio (fino a diciannove ore), e notti lunghe da maggio ad agosto.