Vacanze alle Maldive

Per gran parte della loro esistenza, le isole delle Maldive rimasero disabitate, troppo lontane da tutto, letteralmente “ in mezzo al mare “ , un mare trasparente che s’infrange su isole di sabbia corallina bianchissima. I primi navigatori partirono dalle coste dell’India del Sud e dallo Sri Lanka intorno al 1500 a.c. a caccia di conchiglie da commercializzare.

Di tempo ne è trascorso tantissimo, oggi le Maldive sono meta di un turismo che ricerca natura incontaminata in uno scenario unico; comfort e lusso non hanno confini, ognuno troverà il suo angolo di paradiso.

Fuso orario: L’ora legale di Male  è GMT+4 quando in Italia è in vigore l’ora solare e GMT+3 quando vige l’ora legale.
Valuta : La valuta delle Maldive è la Rufiyaa (Rufia maldiviana). Il tasso di cambio con il dollaro US al momento è di Rf. 14. 42 per un 1 $. Il dollaro USA è la valuta estera più comunemente usata. I pagamenti nei resort e negli hotel possono essere effettuati in dollari, travellers cheques o con le principali carte di credito e sempre più spesso anche in Euro.
Lingua: La lingua ufficiale è il Dhivehi. L’inglese è parlato dalla maggior parte della popolazione.
Telefono: Le telefonate per l’Italia possono essere effettuate direttamente dalle camere dei vari villaggi, tranne dove espressamente indicato. Il costo delle chiamate è molto elevato e pertanto sconsigliamo effettuare questo tipo di telefonate.
In quasi tutte le isole possono essere utilizzati i telefoni cellulari ma essendo anch’esse molto costose in caso di necessità di chiamate frequenti per risparmiare è consigliabile acquistare all’arrivo in aeroporto una SIM maldiviana e relative ricariche da utilizzare durante il soggiorno.
Internet: La connessione dati internet è presente ormai in tutte le Maldive ma il roaming internazionale presenta tariffe molto elevate, pertanto sconsigliamo vivamente la navigazione da Smartphone o Laptop. La quasi totalità dei resort offre ormai servizio wi-fi gratis o a pagamento, almeno nelle aree comuni (reception bar, ecc…). In caso è possibile acquistare in Aeroporto o a Male, chiavette Internet per la navigazione e relative ricariche.
Elettricità: Il sistema elettrico funziona a 230-240 Volt.

Per l'ingresso nel Paese è necessario presentare:
– visto d'ingresso che consente un soggiorno di trenta giorni e viene concesso gratuitamente, direttamente in aeroporto, al momento dell'arrivo.
– passaporto con una validità residua di sei mesi
– il voucher di prenotazione dei servizi alberghieri
– biglietto aereo di andata e ritorno .

Si ricorda che è richiesta la compilazione di un modulo prestampato e due foto tessera da presentare all'Autorità locale Ufficio Immigrazione entro i 30 giorni dall'arrivo. 

***IMPORTANTE***
Vi invitiamo a prendere attenta visione delle procedure di ingresso “Anti Covid-19”  attualmente in vigore che trovate al seguente link https://www.go4sea.com/covid-19-regole-di-ingresso.

Alle Maldive si inizia a sognare prima di arrivare: ancora a bordo dell’aereo si avrà la possibilità di ammirare dall’alto decine di isole e atolli che galleggiano su una distesa turchese. Non mancherà l’avvistamento di delfini, tartarughe e anche balene.

Trascorrere qualche ora passeggiando per le vie  di Malè farà capire al viaggiatore come trascorre la vita sull’isola, al di là del resort. Passeggiare fino al mare, rendere omaggio al monumento per le vittime dello tsunami del 2004, rinfrescarsi con una noce di cocco in uno dei piccoli bar improvvisati del lungomare e osservate in silenzio la Moschea del Venerdì sono solo un’idea di quello che si può trovare a Malè.

Per ultimo, ma non meno importante, rilassarsi su una bianchissima spiaggia di sabbia finissima e organizzare un’immersione nelle acque cristalline dell’Oceano Indiano. Tartarughe, squali, razze, mante e anche lo spettacolare squalo balena stupiranno tutti i coraggiosi che decideranno di tuffarsi nelle acque delle Maldive.

La temperatura non subisce variazioni rilevanti durante l’anno mantenendosi tra i 29- 32 °C diurni ed i 25-26 °C notturni. Le stagioni sono influenzate dalla presenza di due venti monsonici.
Il monsone Hulhangu (che spira da sud-ovest) dura da maggio a novembre e porta con sé clima umido, saltuarie piogge che possono essere piuttosto durature e di forte intensità; in questo periodo il mare può essere agitato e possono soffiare forti venti.
Il monsone Iruvai (nord-est) cade tra dicembre e aprile ed il suo arrivo porta un clima più secco, caratterizzato quasi sempre dal bel tempo intervallato da brevi rovesci. Il periodo migliore per recarsi in queste isole (ma anche il più costoso) va dalla seconda settimana di gennaio alla metà di aprile.

Gli alimenti principali della cucina alle Maldive sono il riso e il pesce, mentre la carne si consuma solo in occasioni particolari. Fra le specialità, le più diffuse sono pesce fritto, pesce al curry e zuppa di pesce. I piatti risultano essere spesso piccanti e insaporiti con noci di cocco. Anche il curry, conosciuto come riha, è molto utilizzato e il riso viene spesso sostituito dal roshi, una sorta di pane azzimo o dal papadhu, la versione maldiviana del poppadums indiano. A fine pasto si consuma in genere la noce d'areca che consiste in una noce unita a foglie di betel, limetta e chiodi di garofano. La bevanda tipica, il raa, è una specie di vino di palma dolce estratto dal tronco delle palme.

INFO GENERALI

Per gran parte della loro esistenza, le isole delle Maldive rimasero disabitate, troppo lontane da tutto, letteralmente “ in mezzo al mare “ , un mare trasparente che s’infrange su isole di sabbia corallina bianchissima. I primi navigatori partirono dalle coste dell’India del Sud e dallo Sri Lanka intorno al 1500 a.c. a caccia di conchiglie da commercializzare.

Di tempo ne è trascorso tantissimo, oggi le Maldive sono meta di un turismo che ricerca natura incontaminata in uno scenario unico; comfort e lusso non hanno confini, ognuno troverà il suo angolo di paradiso.

INFO UTILI

Fuso orario: L’ora legale di Male  è GMT+4 quando in Italia è in vigore l’ora solare e GMT+3 quando vige l’ora legale.
Valuta : La valuta delle Maldive è la Rufiyaa (Rufia maldiviana). Il tasso di cambio con il dollaro US al momento è di Rf. 14. 42 per un 1 $. Il dollaro USA è la valuta estera più comunemente usata. I pagamenti nei resort e negli hotel possono essere effettuati in dollari, travellers cheques o con le principali carte di credito e sempre più spesso anche in Euro.
Lingua: La lingua ufficiale è il Dhivehi. L’inglese è parlato dalla maggior parte della popolazione.
Telefono: Le telefonate per l’Italia possono essere effettuate direttamente dalle camere dei vari villaggi, tranne dove espressamente indicato. Il costo delle chiamate è molto elevato e pertanto sconsigliamo effettuare questo tipo di telefonate.
In quasi tutte le isole possono essere utilizzati i telefoni cellulari ma essendo anch’esse molto costose in caso di necessità di chiamate frequenti per risparmiare è consigliabile acquistare all’arrivo in aeroporto una SIM maldiviana e relative ricariche da utilizzare durante il soggiorno.
Internet: La connessione dati internet è presente ormai in tutte le Maldive ma il roaming internazionale presenta tariffe molto elevate, pertanto sconsigliamo vivamente la navigazione da Smartphone o Laptop. La quasi totalità dei resort offre ormai servizio wi-fi gratis o a pagamento, almeno nelle aree comuni (reception bar, ecc…). In caso è possibile acquistare in Aeroporto o a Male, chiavette Internet per la navigazione e relative ricariche.
Elettricità: Il sistema elettrico funziona a 230-240 Volt.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Per l'ingresso nel Paese è obbligatorio presentare:
– visto d'ingresso che consente un soggiorno di trenta giorni e viene concesso gratuitamente, direttamente in aeroporto, al momento dell'arrivo.
– passaporto con una validità residua di sei mesi
– il voucher di prenotazione dei servizi alberghieri
– biglietto aereo di andata e ritorno .

Si ricorda che è richiesta la compilazione di un modulo prestampato e due foto tessera da presentare all'Autorità locale Ufficio Immigrazione entro i 30 giorni dall'arrivo. 

***IMPORTANTE***
Vi invitiamo a prendere attenta visione delle procedure di ingresso “Anti Covid-19”  attualmente in vigore che trovate al seguente link https://www.go4sea.com/covid-19-regole-di-ingresso.

COSA FARE

Alle Maldive si inizia a sognare prima di arrivare: ancora a bordo dell’aereo si avrà la possibilità di ammirare dall’alto decine di isole e atolli che galleggiano su una distesa turchese. Non mancherà l’avvistamento di delfini, tartarughe e anche balene.

Trascorrere qualche ora passeggiando per le vie  di Malè farà capire al viaggiatore come trascorre la vita sull’isola, al di là del resort. Passeggiare fino al mare, rendere omaggio al monumento per le vittime dello tsunami del 2004, rinfrescarsi con una noce di cocco in uno dei piccoli bar improvvisati del lungomare e osservate in silenzio la Moschea del Venerdì sono solo un’idea di quello che si può trovare a Malè.

Per ultimo, ma non meno importante, rilassarsi su una bianchissima spiaggia di sabbia finissima e organizzare un’immersione nelle acque cristalline dell’Oceano Indiano. Tartarughe, squali, razze, mante e anche lo spettacolare squalo balena stupiranno tutti i coraggiosi che decideranno di tuffarsi nelle acque delle Maldive.

CLIMA

La temperatura non subisce variazioni rilevanti durante l’anno mantenendosi tra i 29- 32 °C diurni ed i 25-26 °C notturni. Le stagioni sono influenzate dalla presenza di due venti monsonici.
Il monsone Hulhangu (che spira da sud-ovest) dura da maggio a novembre e porta con sé clima umido, saltuarie piogge che possono essere piuttosto durature e di forte intensità; in questo periodo il mare può essere agitato e possono soffiare forti venti.
Il monsone Iruvai (nord-est) cade tra dicembre e aprile ed il suo arrivo porta un clima più secco, caratterizzato quasi sempre dal bel tempo intervallato da brevi rovesci. Il periodo migliore per recarsi in queste isole (ma anche il più costoso) va dalla seconda settimana di gennaio alla metà di aprile.

CUCINA

Gli alimenti principali della cucina alle Maldive sono il riso e il pesce, mentre la carne si consuma solo in occasioni particolari. Fra le specialità, le più diffuse sono pesce fritto, pesce al curry e zuppa di pesce. I piatti risultano essere spesso piccanti e insaporiti con noci di cocco. Anche il curry, conosciuto come riha, è molto utilizzato e il riso viene spesso sostituito dal roshi, una sorta di pane azzimo o dal papadhu, la versione maldiviana del poppadums indiano. A fine pasto si consuma in genere la noce d'areca che consiste in una noce unita a foglie di betel, limetta e chiodi di garofano. La bevanda tipica, il raa, è una specie di vino di palma dolce estratto dal tronco delle palme.

Email
Phone
Messenger
WhatsApp
Messenger
WhatsApp
Phone
Email

Ricevi la Nostra Newsletter





Specifica*

Agenzia di Viaggio
Privati

l'informativa della Privacy

Cliccando su ISCRIVITI esprimi il tuo consenso a ricevere le newsletter GO4SEA