Vacanze in Turchia

La Turchia, confinante, tra le altre, con la Grecia, è un paese magico. Incredibili paesaggi, colori e profumi regaleranno un viaggio indimenticabile. La meta principale è Istanbul, una città suggestiva, crocevia da sempre tra Europa e Asia, ma tutta la Turchia è un paese splendido e interessante da visitare.
Questo Paese ospita infatti alcuni dei paesaggi più belli e bizzarri del mondo. A partire dalle splendide spiagge del Mediterraneo, passando per le maestose montagne innevate, per poi arrivare a colline verdeggianti e spettacolari formazioni rocciose nell’entroterra.
Per gli amanti di sole, spiagge e mare, la Turchia ha un’offerta ampissima. Dal Mar Nero all' Egeo, dal Mar di Marmara al Mediterraneo, le sue coste sono piene di insenature e spiagge favolose. Inoltre, ha una lunga stagione balneare che va da aprile-maggio a ottobre-novembre nella zona meridionale.

Fuso orario
+ 1 rispetto all’Italia durante il periodo estivo e + 2 durante il periodo invernale

Valuta
L’unità monetaria è la lira turca, 1 euro equivale a 2,15 nuove lire turche. Gli Euro sono accettati negli hotel e nelle principali località turistiche, come anche le principali carte di credito.

Lingua
La lingua ufficiale è il turco ma anche l’inglese è molto diffuso, in particolare nelle località turistiche.

Elettricità
La corrente è a 220 V. Non è necessario utilizzare un adattatore.

Telefono
Per telefonare dall’Italia il prefisso che deve essere digitato è 0090 seguito dal prefisso della città desiderata e dal numero dell’utente. Per chiamare dalla Turchia all’Italia il prefisso è 0039.

Religione 
Lo stato della Turchia è laico ed il 98% della popolazione è di credo mussulmano sunnita. Durante il mese di Ramadan i ritmi quotidiani possono risultare più lenti e a volte la prestazione dei servizi presenta qualche ritardo. Invitiamo comunque ad aver rispetto di questa importante ricorrenza.

Vaccinazioni
Nessuna.

Per l'ingresso nel Paese è necessario presentare:
Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio con validità residua di almeno 5 mesi. Entrambi i documenti devono essere in condizioni di perfetta integrità, non strappati e non danneggiati. 

***IMPORTANTE***
Vi invitiamo a prendere attenta visione delle procedure di ingresso “Anti Covid-19”  attualmente in vigore che trovate al seguente link https://www.go4sea.com/covid-19-regole-di-ingresso.

Il miglior periodo per visitare la Turchia è fine primavera e inizio autunno, quando le temperature non sono elevate e le giornate sono belle. Durante l’estate può fare abbastanza caldo. La stagione estiva come quella balneare inizia a maggio e termina ad ottobre, specialmente nella zona di Antalya e Alanya.
La visita della città di Istanbul è consigliabile in primavera ed autunno, quando i prezzi delle strutture alberghiere non sono elevati.
Conviene visitare la Cappadocia durante la primavera (aprile e maggio), seguita dall'autunno (settembre ed ottobre). In inverno il clima è decisamente freddo con temperature molto al di sotto dello zero.
A Pamukkale il clima è temperato tutto l'anno. In inverno però alcune piscine sono fredde e camminare scalzi non è l'ideale. In estate invece, quando fa molto caldo, il riflesso del sole sul bianco splendente delle piscine può essere fastidioso. L'autunno e la primavera sono le stagioni perfette.

La scoperta della Turchia parte da Istanbul: una città affollata di moschee, soprattutto nella parte antica. Qui troviamo le cupole di Santa Sofia, basilica bizantina divenuta museo e la Moschea Blu.
Gli itinerari da intraprendere però sono molto variegati. Ad esempio la Cappadocia, un altopiano naturale caratteristico per le sue guglie, pinnacoli e canyon. Qui l'acqua ed il vento, nel tempo, hanno modellato un paesaggio straordinario difeso dall'Unesco. A Zelve abbiamo il Museo all’Aperto, caratterizzato dalla presenza di una grotta a nido d’ape, anticamente sede di una delle maggiori comunità locali. Altra meta imperdibile è Pammukkale, il “Castello di cotone“. Bianche terrazze di travertino contengono piccole piscine di acque termali. Meritano una sosta anche i siti archeologici, come le rovine della città di Efeso, o Troia. Quest'ultima è molto importante, scenario delle vicende dell’Iliade di Omero.

La cucina in Turchia non è omogenea, ma si caratterizza per i suoi ingredienti chiave. Tra i più gettonati: carne, melanzane, spezie, cipolle e verdure.
La cucina regionale del sud-est è famosa per il “döner kebab“. Esso è uno spiedo di carne (agnello, manzo o pollo) al girarrosto. La carne viene inserita nel pane o su piatto con yogurt e altri condimenti. Vi è anche il baklava, pasta sfoglia zuccherata con nocciole e frutta secca. Solitamente un pasto turco inizia con una zuppa. Diffusissime soprattutto quelle di lenticchie o yogurt, elemento base di quasi ogni pietanza. Molti i formaggi con latte di pecora, non di lunga stagionatura come il Kaşar.
La bevanda più diffusa è il e anche il caratteristico caffè turco. Questo varia da molto zuccherato (şekerli), medio (orta şekerli) o amaro (sade). La bevanda alcolica rilevante è il rakı, aromatizzata all'anice, di gradazione molto alta.

INFO GENERALI

La Turchia, confinante, tra le altre, con la Grecia, è un paese magico. Incredibili paesaggi, colori e profumi regaleranno un viaggio indimenticabile. La meta principale è Istanbul, una città suggestiva, crocevia da sempre tra Europa e Asia, ma tutta la Turchia è un paese splendido e interessante da visitare.
Questo Paese ospita infatti alcuni dei paesaggi più belli e bizzarri del mondo. A partire dalle splendide spiagge del Mediterraneo, passando per le maestose montagne innevate, per poi arrivare a colline verdeggianti e spettacolari formazioni rocciose nell’entroterra.
Per gli amanti di sole, spiagge e mare, la Turchia ha un’offerta ampissima. Dal Mar Nero all' Egeo, dal Mar di Marmara al Mediterraneo, le sue coste sono piene di insenature e spiagge favolose. Inoltre, ha una lunga stagione balneare che va da aprile-maggio a ottobre-novembre nella zona meridionale.

INFO UTILI

Fuso orario
+ 1 rispetto all’Italia durante il periodo estivo e + 2 durante il periodo invernale

Valuta
L’unità monetaria è la lira turca, 1 euro equivale a 2,15 nuove lire turche. Gli Euro sono accettati negli hotel e nelle principali località turistiche, come anche le principali carte di credito.

Lingua
La lingua ufficiale è il turco ma anche l’inglese è molto diffuso, in particolare nelle località turistiche.

Elettricità
La corrente è a 220 V. Non è necessario utilizzare un adattatore.

Telefono
Per telefonare dall’Italia il prefisso che deve essere digitato è 0090 seguito dal prefisso della città desiderata e dal numero dell’utente. Per chiamare dalla Turchia all’Italia il prefisso è 0039.

Religione 
Lo stato della Turchia è laico ed il 98% della popolazione è di credo mussulmano sunnita. Durante il mese di Ramadan i ritmi quotidiani possono risultare più lenti e a volte la prestazione dei servizi presenta qualche ritardo. Invitiamo comunque ad aver rispetto di questa importante ricorrenza.

Vaccinazioni
Nessuna.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Per l'ingresso nel Paese è necessario presentare:
Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio con validità residua di almeno 5 mesi. Entrambi i documenti devono essere in condizioni di perfetta integrità, non strappati e non danneggiati. 

***IMPORTANTE***
Vi invitiamo a prendere attenta visione delle procedure di ingresso “Anti Covid-19”  attualmente in vigore che trovate al seguente link https://www.go4sea.com/covid-19-regole-di-ingresso.

QUANDO ANDARE

Il miglior periodo per visitare la Turchia è fine primavera e inizio autunno, quando le temperature non sono elevate e le giornate sono belle. Durante l’estate può fare abbastanza caldo. La stagione estiva come quella balneare inizia a maggio e termina ad ottobre, specialmente nella zona di Antalya e Alanya.
La visita della città di Istanbul è consigliabile in primavera ed autunno, quando i prezzi delle strutture alberghiere non sono elevati.
Conviene visitare la Cappadocia durante la primavera (aprile e maggio), seguita dall'autunno (settembre ed ottobre). In inverno il clima è decisamente freddo con temperature molto al di sotto dello zero.
A Pamukkale il clima è temperato tutto l'anno. In inverno però alcune piscine sono fredde e camminare scalzi non è l'ideale. In estate invece, quando fa molto caldo, il riflesso del sole sul bianco splendente delle piscine può essere fastidioso. L'autunno e la primavera sono le stagioni perfette.

COSA VEDERE

La scoperta della Turchia parte da Istanbul: una città affollata di moschee, soprattutto nella parte antica. Qui troviamo le cupole di Santa Sofia, basilica bizantina divenuta museo e la Moschea Blu.
Gli itinerari da intraprendere però sono molto variegati. Ad esempio la Cappadocia, un altopiano naturale caratteristico per le sue guglie, pinnacoli e canyon. Qui l'acqua ed il vento, nel tempo, hanno modellato un paesaggio straordinario difeso dall'Unesco. A Zelve abbiamo il Museo all’Aperto, caratterizzato dalla presenza di una grotta a nido d’ape, anticamente sede di una delle maggiori comunità locali. Altra meta imperdibile è Pammukkale, il “Castello di cotone“. Bianche terrazze di travertino contengono piccole piscine di acque termali. Meritano una sosta anche i siti archeologici, come le rovine della città di Efeso, o Troia. Quest'ultima è molto importante, scenario delle vicende dell’Iliade di Omero.

CUCINA

La cucina in Turchia non è omogenea, ma si caratterizza per i suoi ingredienti chiave. Tra i più gettonati: carne, melanzane, spezie, cipolle e verdure.
La cucina regionale del sud-est è famosa per il “döner kebab“. Esso è uno spiedo di carne (agnello, manzo o pollo) al girarrosto. La carne viene inserita nel pane o su piatto con yogurt e altri condimenti. Vi è anche il baklava, pasta sfoglia zuccherata con nocciole e frutta secca. Solitamente un pasto turco inizia con una zuppa. Diffusissime soprattutto quelle di lenticchie o yogurt, elemento base di quasi ogni pietanza. Molti i formaggi con latte di pecora, non di lunga stagionatura come il Kaşar.
La bevanda più diffusa è il  e anche il caratteristico caffè turco. Questo varia da molto zuccherato (şekerli), medio (orta şekerli) o amaro (sade). La bevanda alcolica rilevante è il rakı, aromatizzata all'anice, di gradazione molto alta.

Istanbul

Istanbul

Leggi di più

Bodrum

Tour

Email
Phone
Messenger
WhatsApp
Messenger
WhatsApp
Phone
Email

Ricevi la Nostra Newsletter





Specifica*

Agenzia di Viaggio
Privati

l'informativa della Privacy

Cliccando su ISCRIVITI esprimi il tuo consenso a ricevere le newsletter GO4SEA