Turchia

La Turchia è un paese pieno di incanto, con incredibili paesaggi, colori, profumi e sensazioni, che regala a tutti una vacanza o un viaggio indimenticabile. Sicuramente la meta principale è Istanbul, una città magica, crocevia da sempre tra Europa e Asia, ma tutta la Turchia è un paese splendido e molto interessante da visitare.

Questo grande paese ospita alcuni dei paesaggi più belli e bizzarri del mondo, che vanno dalle splendide spiagge del Mediterraneo alle maestose montagne innevate, dalle meravigliose colline verdeggianti e alle spettacolari formazioni rocciose dell’entroterra.

Per gli amanti di sole, spiagge e mare, la Turchia ha un’offerta ampissima. Dal Mar Nero al Mar Egeo, dal Mar di Marmara al Mediterraneo, le sue coste sono piene di insenature, baie e spiagge favolose. Inoltre, ha anche una lunga stagione balneare che va da aprile-maggio a ottobre-novembre nella zona meridionale.

Il miglior periodo per visitare la Turchia è fine primavera e inizio autunno, quando le temperature non sono elevate e le giornate sono belle. Durante l’estate può fare abbastanza caldo. La stagione estiva come quella balneare inizia a maggio e termina ad ottobre, specialmente nella zona di Antalya e Alanya.
La visita della città di Istanbul è consigliabile in primavera ed autunno, quando i prezzi delle strutture alberghiere non sono elevati.
Conviene visitare la Cappadocia durante la primavera (aprile e maggio), seguita dall’autunno (settembre ed ottobre). In inverno il clima è decisamente freddo con temperature molto al di sotto dello zero.
A Pamukkale il clima è temperato tutto l’anno. In inverno però alcune piscine sono fredde e camminare scalzi non è l’ideale. In estate invece, quando fa molto caldo, il riflesso del sole sul bianco splendente delle piscine può essere fastidioso. L’autunno e la primavera sono le stagioni perfette.

La scoperta della Turchia parte innanzitutto da Istanbul. E’ una città affollata di moschee che si trovano soprattutto nella parte antica. Qui troviamo le cupole di Santa Sofia, basilica bizantina divenuta museo e la Moschea Blu.
Gli itinerari da intraprendere però sono molto variegati. Ad esempio la Cappadocia, un altopiano naturale caratteristico per le sue guglie, pinnacoli e canyon. Qui l’acqua ed il vento, nel tempo, hanno modellato un paesaggio straordinario difeso dall’Unesco. A Zelve, il Museo all’Aperto è caratterizzato dalla presenza di una splendida grotta a nido d’ape, un tempo sede di una delle maggiori comunità locali. Altra meta imperdibile è Pammukkale, il “Castello di cotone“. Bianche terrazze di travertino contenenti piccole piscine di acque termali. Una sosta meritano anche i meravigliosi siti archeologici, come le rovine della città di Efeso, o Troia. Quest’ultima è molto importante, scenario delle vicende dell’Iliade di Omero.

La cucina in Turchia non è omogenea, ma si caratterizza per i suoi ingredienti chiave. Tra i più gettonati: carne, melanzane, spezie, cipolle e verdure.
La cucina regionale del sud-est è famosa per il “döner kebab“. Esso è uno spiedo di carne (agnello, manzo o pollo) al girarrosto. La carne viene inserita in pane o su piatto con yogurt e altri condimenti. Vi è anche il baklava, pasta sfoglia zuccherata con nocciole e frutta secca. Solitamente un pasto turco inizia con una zuppa. Diffusissime soprattutto quelle di lenticchie o yogurt. Quest’ultimo è elemento base di quasi ogni pietanza. Molti i formaggi con latte di pecora, non di lunga stagionatura come il Kaşar.
La bevanda più diffusa è il e anche il caratteristico caffè turco. Questo varia da molto zuccherato (şekerli), medio (orta şekerli) o amaro (sade).La bevanda alcolica rilevante è il rakı, aromatizzata all’anice, di gradazione molto alta.

INFO GENERALI

La Turchia è un paese pieno di incanto, con incredibili paesaggi, colori, profumi e sensazioni, che regala a tutti una vacanza o un viaggio indimenticabile. Sicuramente la meta principale è Istanbul, una città magica, crocevia da sempre tra Europa e Asia, ma tutta la Turchia è un paese splendido e molto interessante da visitare.

Questo grande paese ospita alcuni dei paesaggi più belli e bizzarri del mondo, che vanno dalle splendide spiagge del Mediterraneo alle maestose montagne innevate, dalle meravigliose colline verdeggianti e alle spettacolari formazioni rocciose dell’entroterra.

Per gli amanti di sole, spiagge e mare, la Turchia ha un’offerta ampissima. Dal Mar Nero al Mar Egeo, dal Mar di Marmara al Mediterraneo, le sue coste sono piene di insenature, baie e spiagge favolose. Inoltre, ha anche una lunga stagione balneare che va da aprile-maggio a ottobre-novembre nella zona meridionale.

QUANDO ANDARE

Il miglior periodo per visitare la Turchia è fine primavera e inizio autunno, quando le temperature non sono elevate e le giornate sono belle. Durante l’estate può fare abbastanza caldo. La stagione estiva come quella balneare inizia a maggio e termina ad ottobre, specialmente nella zona di Antalya e Alanya.
La visita della città di Istanbul è consigliabile in primavera ed autunno, quando i prezzi delle strutture alberghiere non sono elevati.
Conviene visitare la Cappadocia durante la primavera (aprile e maggio), seguita dall’autunno (settembre ed ottobre). In inverno il clima è decisamente freddo con temperature molto al di sotto dello zero.
A Pamukkale il clima è temperato tutto l’anno. In inverno però alcune piscine sono fredde e camminare scalzi non è l’ideale. In estate invece, quando fa molto caldo, il riflesso del sole sul bianco splendente delle piscine può essere fastidioso. L’autunno e la primavera sono le stagioni perfette.

COSA VEDERE

La scoperta della Turchia parte innanzitutto da Istanbul. E’ una città affollata di moschee che si trovano soprattutto nella parte antica. Qui troviamo le cupole di Santa Sofia, basilica bizantina divenuta museo e la Moschea Blu.
Gli itinerari da intraprendere però sono molto variegati. Ad esempio la Cappadocia, un altopiano naturale caratteristico per le sue guglie, pinnacoli e canyon. Qui l’acqua ed il vento, nel tempo, hanno modellato un paesaggio straordinario difeso dall’Unesco. A Zelve, il Museo all’Aperto è caratterizzato dalla presenza di una splendida grotta a nido d’ape, un tempo sede di una delle maggiori comunità locali. Altra meta imperdibile è Pammukkale, il “Castello di cotone“. Bianche terrazze di travertino contenenti piccole piscine di acque termali. Una sosta meritano anche i meravigliosi siti archeologici, come le rovine della città di Efeso, o Troia. Quest’ultima è molto importante, scenario delle vicende dell’Iliade di Omero.

CUCINA

La cucina in Turchia non è omogenea, ma si caratterizza per i suoi ingredienti chiave. Tra i più gettonati: carne, melanzane, spezie, cipolle e verdure.
La cucina regionale del sud-est è famosa per il “döner kebab“. Esso è uno spiedo di carne (agnello, manzo o pollo) al girarrosto. La carne viene inserita in pane o su piatto con yogurt e altri condimenti. Vi è anche il baklava, pasta sfoglia zuccherata con nocciole e frutta secca. Solitamente un pasto turco inizia con una zuppa. Diffusissime soprattutto quelle di lenticchie o yogurt. Quest’ultimo è elemento base di quasi ogni pietanza. Molti i formaggi con latte di pecora, non di lunga stagionatura come il Kaşar.
La bevanda più diffusa è il e anche il caratteristico caffè turco. Questo varia da molto zuccherato (şekerli), medio (orta şekerli) o amaro (sade).La bevanda alcolica rilevante è il rakı, aromatizzata all’anice, di gradazione molto alta.

Email
Phone
Messenger
WhatsApp
Messenger
WhatsApp
Phone
Email

Ricevi la Nostra Newsletter





Specifica*

Agenzia di Viaggio
Privati

l'informativa della Privacy

Cliccando su ISCRIVITI esprimi il tuo consenso a ricevere le newsletter GO4SEA